La vita umana stessa si è sviluppata in simbiosi con il mondo vegetale e il nostro corpo ne porta una memoria antichissima. Erbe, radici, foglie e fiori sono stati la prima medicina dell’uomo, inoltre sono parte di noi perché composte dalle stesse sostanze di base da cui è formato l’uomo .

Ogni pianta è un insieme di sostanze, un complesso di energie diverse, che agiscono tutte insieme, in sinergia, non su un organo isolato ma sull’ intero corpo.

 

QUESTO E’ IL LORO VERO VALORE.

 

Anche se oggi spesso le erbe vengono usate per trattare disturbi in modo sintomatico, in realtà, osservando meglio con una visione olistica, si noterà che ogni disturbo è sempre connesso ad uno squilibrio generale. Ecco perché  per riportare il benessere bisogna mettere in armonia l’organismo nella sua totalità.

 

Quindi, in che modo possiamo sfruttare al meglio i rimedi naturali per il nostro benessere ?

La Natura, grazie alla sua intelligenza, produce in ogni momento dell’anno quello che più ci è utile per riportare il nostro organismo in armonia. Questo significa anche vivere in sintonia con i cicli della natura. L’importante è averne consapevolezza.

Già gli antichi sapevano che le erbe, le radici e i cibi che la terra mette ciclicamente a disposizione , stagione dopo stagione, infatti,  sono i migliori per proteggere e rigenerare gli organi più deboli in quella fase dell’anno.

Ecco uno schema sintetico che spiega al meglio questo concetto:

INVERNO: le energie vegetative si raccolgono sotto terra, in un movimento di chiusura. I vegetali che più rappresentativi sono i semi, i bulbi, le radici e i tuberi. E’ necessario stimolare gli anticorpi, fluidificare il sangue, elasticizzare e sfiammare, quindi le piante più indicate sono artiglio del diavolo, equiseto, eucalipto, tiglio e uva ursina.

PRIMAVERA: la natura si risveglia con un’energia vivace ed espansiva. Questa forza si esprime attraverso i germogli, le gemme e nella linfa che scorre abbondante nei tronchi(come quella della Betulla che è un potente rimedio depurativo delle vie urinarie). In questa stagione è necessario riequilibrare il sistema immunitario grazie all’azione antistaminica e antinfiammatoria del ribes nero e dell’elicriso (le allergie sono in agguato!) e depurare l’organismo grazie all’azione del cardo mariano, il carciofo e il tarassaco.

ESTATE: è il momento di massima espansione della natura e l’energia si concentra nelle foglie, nei frutti e nei fiori colorati. E’ infatti in questa stagione che si distillano gli oli essenziali. L’obiettivo è sostenere il sistema cardio circolatorio, quello neuro-vegetativo e il metabolismo, ecco perché le piante più indicate sono l’olivo e l’ortica per circolazione e gonfiori; camomilla, menta e mirtillo attenuano le fermentazioni ; melissa, iperico e passiflora armonizzano la sfera emotiva.

AUTUNNO: una volta raccolti i frutti, la natura si ritrae lentamente in se stessa attraverso la caduta delle foglie e il ritiro della linfa. In questa fase l’energia vitale è più concentrata nei frutti autunnali, nelle cortecce, nelle resine e nei bulbi. L’obiettivo è stimolare il sistema immunitario e alzare l’umore ma anche depurarsi per il cambio stagione. Le piante indicate sono la betulla , l’echinacea, uncaria, malva e lino.